Statua-Padre-Pio

Tabella dei Contenuti

È stato un taumaturgo, un confessore unico, un sacerdote fedele. Ecco perché una statua di Padre Pio è presente in moltissime comunità. Uno dei santi del Novecento più amati in tutto il mondo, destinatario anche in vita di una ampia venerazione popolare.

Nel 1918 ha ricevuto le stimmate, doloroso simbolo della Passione di Cristo, che sono rimaste sul suo corpo per 50 anni e che furono la causa di numerose ispezioni da parte del Vaticano: il futuro santo muore il 23 settembre 1968, a 81 anni. Sono milioni, ancora oggi, i fedeli che vanno in pellegrinaggio da Padre Pio a San Giovanni Rotondo

Il 21 gennaio 1990 Padre Pio è stato proclamato venerabile, il 2 maggio 1999 è stato beatificato e il 16 giugno 2002 è stato santificato da papa Giovanni Paolo II. La devozione popolare di Padre Pio resta ancora oggi inalterata e sono migliaia i Gruppi di preghiera da lui fondati diffusi in tutto il mondo. La sua festa liturgica viene celebrata il 23 settembre.

Chi è Padre Pio

Destinatario, ancora in vita, di una venerazione popolare di proporzioni imponenti, Padre Pio, nasce con il nome di Francesco Forgione a Pietrelcina, provincia di Benevento, il 25 maggio 1887.

La famiglia è povera, ma molto devota il soprannaturale irrompe presto nella vita del futuro santocchi fin da bambino riceve sovente le visite di Gesù e Maria: il 22 gennaio 1903, all’età di anni, entra in convento e come francescano cappuccino prende il nome di fra’ Pio da Pietrelcina.

Diventa sacerdote il 10 agosto 1910 e viene constante afflitto da gravi problemi di salute che gli impediscono di partire come missionario:  nel 1916 viene trasferito a San Giovanni Rotondo, sul Gargano, nel convento di S. Maria delle Grazie dove comincia la sua parabola di taumaturgo e instancabile confessore.

La parola si diffonde e sono moltissimi gli uomini e le donne provenienti anche da tutta Italia che cominciano a recarsi presso il confessionale di Padre Pio pronto ad ascoltare e a lavare i peccati per ricondurre le anime perdute a Dio: è qui che cominciano anche le sue sofferenze fisiche e morali. Il 20 settembre 1918, il  frate cappuccino riceve le stimmate della Passione di Cristo che resteranno aperte e sanguinanti per cinquant’anni per scomparire solo alla sua morte.

Per Padre Pio si apre un calvario fatto di venerazione popolare, ma anche di diffidenza da parte della Chiesa: per anni viene sottoposto a visite di medici, è oggetto di calunnie infamanti e di ispezioni canoniche che sfoceranno nella sospensione a divinis per qualche anno prima di essere prosciolto e di essere reintegrato al sacerdozio.

Anni difficili che il futuro Santo ha sempre sopportato con estrema umiltà e pazienza, forte anche della sua fervente devozione mariana strenuamente sostenuta per tutta la vita e che lo ha aiutato a combattere quotidianamente contro il demonio.

Proprio alla Vergine Maria, Padre Pio dedica la costruzione, nel 1956, della Casa Sollievo della Sofferenza, una delle strutture sanitarie attualmente più qualificate a livello nazionale e internazionale che vanta attrezzature modernissime e legami con i maggiori istituti di ricerca internazionali e che rappresenta una della maggiori eredità del santo insieme alla formazione dei gruppi di preghiera.

Quando Padre Pio muore, il 23 settembre 1968, a 81 anni, le stimmate, improvvisamente scompaiono. Il 21 gennaio 1990 Padre Pio è stato proclamato venerabile, il 2 maggio 1999 è stato beatificato e il 16 giugno 2002 è stato santificato da papa Giovanni Paolo II.

Fra i segni miracolosi attribuiti al Santo, le stimmate, portate per oltre 50 anni, il dono della bilocazione, le capacità profetiche, ma anche la scrutazione dei cuori e delle coscienze, oltre a numerosi miracoli come la guarigione del piccolo Matteo Pio Colella di San Giovanni Rotondo.

Statua padre pio bianca

La statua di Padre Pio

La vasta devozione popolare nei confronti di Padre Pio continua a rimanere inalterata e nel corso degli anni l’adozione si è anche concretizza anche a livello iconografico e con la costruzione di numerose statue dedicate al santo che sono state erette non solo in moltissime città italiane, ma anche in tutto il mondo.

Devozioni in giro per l’Italia e le statue più famose

Le devozioni in Italia per Padre Pio sono molto forti, consolidato attraverso un consistente numero di seguaci. Fra le statue più famose dedicate al Santo di Pietrelcina, c’è la statua di Padre Pio in bronzo costruita nel centro della città di San Giovanni Rotondo, a Piazza Padre Pio, realizzata dallo scultore Pericle Fazzini, inaugurata  il 28 luglio 1987, in occasione del 71° anniversario dell’arrivo del Padre a S. Giovanni Rotondo.

A Randazzo, in provincia di Catania, esistono addirittura due. La prima statua di Padre Pio si trova in una piazzola di sosta lungo la scalinata che conduce al convento dei PP. Cappuccini, la seconda nel giardinetto della chiesa di Maria SS. Annunziata.

La statua di Padre Pio in fondo al mare

Fra tutti gli esemplari di statua di Padre Pio, ne esiste una davvero particolare che si trova in fondo al mare, nelle isole Tremiti. Proprio in fondo l’Isola di San Nicola e l’isola del Cretaccio, nella zona denominata gli Scoglietti.

È proprio a 13 metri di profondità di questo tratto di mare, limpido e calmo, che si trova questa imponente e suggestiva statua di Padre Pio, alta quasi tre metri che pesa oltre 12 quintali di bronzo. La statua, realizzata da Mimmo Norcia, e ripulita dalle alghe solo pochi anni fa, riproduce il santo con le braccia aperte e lo sguardo rivolto verso il cielo, come se dovesse invitare i visitatori – nuotatori a raggiungerlo.

E sono moltissimi i devoti che si recano in adorazione di questa imponente statua.

Perché si adora Padre Pio

Molto prima che la Chiesa lo proclamasse Santo, Padre Pio godeva di una consolidata e vasta devozione popolare che lo rende uno dei Santi più amati e venerati dell’età contemporanea.

Ma perché il frate di Pietrelcina è stato tanto adorato e venerato in vita tanto da renderlo uno dei santi più popolari del Novecento? Padre Pio, santo carismatico e ardente devoto alla Madonna, è stato venerato per la sua fama di taumaturgo, i miracoli, per il suo impegno di infaticabile confessore, pronto a raccogliere le anime perdute, per le sue capacità profetiche e la capacità di lettura dei cuori.

Ancora oggi, sono diffusissime in tutto in tutto il mondo le sue preziose eredità: le sue massime, i Gruppi di preghiera, ma anche la Casa Sollievo della Sofferenza, un ospedale all’avanguardia che si trova a San Giovanni Rotondo.

Dal 19 aprile 2010 la salma del santo è stata traslata nella cripta del nuovo Santuario di Padre Pio, interamente decorata con i mosaici del sacerdote gesuita sloveno Marko Ivan Rupnik e con il soffitto ricoperto di foglia oro, ricavato dalla fusione degli ex voto che i fedeli negli anni hanno donato a san Pio e a partire dal giugno 2013 la salma è perennemente esposta alla pubblica venerazione.

Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per fini tecnici, statistici e di profilazione. Cliccando su “Accetto”, acconsenti all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie e su come gestirli, consulta la nostra Cookie Policy