Polonia

Visita la Polonia e intraprendi il tuo cammino di fede nel paese di san Giovanni Paolo II, papa e santo così amato da tutto il mondo cristiano. Parti in Polonia con uno dei nostri pellegrinaggi e potrai camminare nei luoghi del cuore di San Giovanni Paolo II

Indice dei Contenuti

Viaggio in Polonia

I Luoghi del cuore di San Giovanni Paolo II

Con i nostri pellegrinaggi avrai l’occasione di visitare città storiche come Varsavia e Cracovia, luoghi di culto ma anche luoghi di memoria come Auschwitz e Birkenau, inoltre a Wadowice, città in cui nacque e visse la sua giovinezza Karol Wojtyla, potrai visitare la casa, oggi Museo Casa Natale, di Giovanni Paolo II.

Tutto questo attraverso la nostra organizzazione decennale e insieme alle nostre guide spirituali che si occuperanno di tutto dal principio alla fine del tuo pellegrinaggio per rendere la tua esperienza spirituale più completa e senza pensieri.

Le prossime date disponibili

Stiamo ancora pianificando le prossime partenze

Partenze in aereo per Polonia

Polonia: la Storia Cattolica

La storia della Polonia si intreccia con la storia della Chiesa Cattolica fin dal 966, divenendo dunque parte della stessa identità nazionale.

La Polonia è il nono paese al mondo per numero di cristiani cattolici e il 16 ottobre 1978, con la proclamazione al Soglio Pontificio di San Karol Wojtyla, l’identità cattolica nazionale ne uscì ancora più rafforzata.

Non perderti l’occasione di visitare un paese cattolico ricco di storia e tradizioni dove nelle città e soprattutto nelle campagne, la Chiesa rappresenta un punto di riferimento per tutto, dalla vita sociale a quella educativa e sanitaria. 

Dove si trova la Polonia

Un paese affascinante nel cuore dell’Europa

La Polonia occupa una posizione centrale nel Vecchio Continente, affacciandosi a Nord sul mar Baltico, l’exclave russa di Kaliningrad e una delle repubbliche baltiche, la Lituania, a est confina con Bielorussia e Ucraina, a ovest con la Germania e infine a sud con Repubblica Ceca e Slovacchia.

La sua posizione la fece ritrovare al centro delle vicissitudini storiche del primo nocevento quando fu invasa ed il suo territorio smebrato dalla Germania nazista e dall’Unione Sovietica.

La Polonia oggi ha una superficie poco più grande di quella italiana ed il suo territorio è perlopiù pianeggiante eccetto la parte meridionale che presenta diversi rilievi montuosi.

La fede che si respira nei suoi luoghi è dovuta anche alla figura di San Karol Wojtyla che con il suo papato, il terzo più lungo nella storia della Chiesa cattolica, ha illuminato i cuori di milioni di persone, fino alla sua beatificazione avvenuta nel nel dicembre 2009 e la sua santificazione nell’aprile 2014.

Cosa vedere in Polonia

Una nazione ricca di cultura e luoghi sacri cari a Papa Wojtyla

La Polonia è un paese affascinante che sa come sorprendere i pellegrini che godono della bellezza delle sue città, dell’architettura medievale e della santità che si respira nei suoi luoghi.

Nelle sue maggiori città, Varsavia e Cracovia, è possibile visitare siti di grande valore storico e culturale tra cui castelli e santuari, camminando nei luoghi in cui san Wojtyla crebbe e trascorse gli anni che hanno preceduto il suo papato.

Una figura, quella di san Karol Wojtyla, che ha ispirato intere generazioni di cristiani a percorrere la via della fede con coraggio e dedizione. 

varsavia

Varsavia, la capitale e il fascino della Città Vecchia

Varsavia occupa la parte centro-orientale della Polonia, sorge sul fiume Vistola ed è la decima città più popolosa dell’Unione Europea.

Nel 1569 fu spostata la sede della capitale del paese da Cracovia a Varsavia, il cui centro è stato inserito nel 1980 tra i siti UNESCO.

A qualche centinaio di km dai Monti Carpazi e dal Mar Baltico, la città di Varsavia porta ancora alcuni segni dei bombardamenti avvenuti durante la seconda guerra mondiale, ma il suo fascino è rimasto grande così come la fede nel Signore.

JasnaGora

Il Santuario di Jasna Gora a Czestochowa

Il Santuario di Jasna Gora si trova a Czestochowa, nel voivodato di Slesia, ed è uno dei santuari cattolici più importanti della Polonia.

Fondato da Luigi I d’Ungheria è gestito dall’ordine ungherese dei Paolini ed al suo interno si trova l’icona della Madonna Nera col bambino che, per tradizione, si dice sia stata dipinta da san Luca che quindi ne contemplò il vero volto.

Tutti i re polacchi hanno sempre venerato questa icona e, ad incoronazione avvenuta, andavano a renderle omaggio.

Ogni anno più di 4 milioni di pellegrini raggiungono il santuario per venerare, come i re polacchi, l’icona della Madonna di Czestochowa. I pellegrinaggi da tutta la Polonia si svolgono a piedi fin dal medioevo e anche san Giovanni Paolo II fu un pellegrino, partendo dalla città di Cracovia.

Auschwitz e Birkenau, i luoghi della memoria

I due campi in cui furono uccisi più di 1 milione tra ebrei e altre categorie deportate, luoghi in cui riflettere sul perdono e sul valore della vita.

La storia della Polonia è stata fortemente segnata da questi eventi e i luoghi della memoria sono lì a ricordarci che la storia non si può ripetere, accrescendo la consapevolezza che l’uguaglianza tra gli uomini, la compassione e la misericordia sono le chiavi per una vita di tolleranza e armonia.

Wadowice

Wadowice: la città natale di San Karol Wojtyla

Wadowice è una piccola cittadina della Polonia meridionale e appartiene al voivodato della Piccola Polonia.

Famosa per accogliere i natali di Karol Wojtyla divenuto prima papa nel 1978 e poi proclamato santo da papa Francesco nel 2014.

Tutto è iniziato qui, in questa città, a Wadowice. Qui iniziò la vita e iniziò la scuola, iniziarono gli studi e il teatro. E il sacerdozio è iniziato”

Queste le parole di Giovanni Paolo II nel giugno del 1999 durante l’ultima visita alla sua città natale. Dal 2005 è possibile percorrere “Il sentiero di Karol” istituito per commemorare l’infanzia e gli anni antecedenti il sacerdozio.

Avrai la possibilità di camminare sui suoi passi e riempire il tuo cuore con la sua santità.

Kalwaria Zebrzydowska

Il Sacro Monte di Kalwaria Zebrzydowska

Il Sacro Monte di Kalwaria Zebrzydowska è un complesso religioso che comprende percorsi devozionali lungo le pendici del monte appunto, presenza di strutture come cappelle e chiese le cui decorazioni interne illustrano il percorso devozionale, oltre ad una tradizione secolare di testimonianze di fede e di pellegrinaggi.

Il Santuario di Kalwaria Zebrzydowska si trova presso la collina di Żarek a 527 m di altezza e sulle pendici del Monte di Lanckorona e nel 1999 è stato inserito tra i siti Patrimonio dell’UNESCO per il suo paesaggio culturale di grande bellezza e importanza spirituale.

Il Santuario comprende una basilica barocca dedicata alla Madonna degli Angeli, un convento dei frati minori francescani (chiamati bernardini) e una serie di cappelle barocche e manieriste dedicate alla vita della Madonna e alla Passione di Gesù.

I lavori per la costruzione iniziarono nel 1601, quando il voivoda di Cracovia Mikołaj Zebrzydowski, dispose che fosse realizzata la chiesa della Crocifissione sul modello della basilica di Santa Croce in Gerusalemme.

Cracovia

Cracovia, sito UNESCO di grande valore storico e religioso

Cracovia è la terza città più grande della Polonia ed il suo centro storico nel 1978 è stato dichiarato Patrimonio Unesco, in particolare le zone del castello reale del Wawel, del nucleo urbano di Kazimierz, del quartiere di Stradom ed il centro medievale perfettamente conservato.

L’atmosfera che si respira è quella di una capitale europea, infatti Cracovia fu la capitale della nazione fino a quando, nel XVI, lo diventò Varsavia.

Cracovia resta comunque il maggiore centro culturale del paese. La cattedrale di San Venceslao e San Stanislao Vescovo fu costruita nel 1320 in stile gotico classico ed è un luogo in cui si respira la storia e la fede del paese.

Miniera di Sale di Wieliczka

La Miniera di Sale di Wieliczka

La miniera di Wieliczka, una delle più antiche al mondo, si trova nella città omonima e fu realizzata per estrarre il sale nel XIII secolo fino al 1996.

La miniera ha una profondità di 327 metri e le sue gallerie e i suoi cunicoli raggiungono un’estensione di 287 km.

La miniera di sale di Wieliczka viene visitata ogni anno da 800 mila persone lungo un percorso che si estende su 3,5 km sul quale si possono ammirare statue di sale scolpite dai minatori di figure storiche e religiose.

Nella miniera si possono visitare anche stanze decorate, laghi sotterranei, cappelle e una mostra sulla storia della miniera conosciuta come “la cattedrale di sale sotterranea della Polonia”.

Santuario della Divina Misericordia a Cracovia Lagiewniki

Il Santuario della Divina Misericordia a Cracovia Lagiewniki

Il santuario della Divina Misericordia a Cracovia Lagiewniki è tra le destinazioni più importanti di pellegrinaggi in Polonia.

Legato al culto della santa Suor Faustina Elena Kowalska, dove la santa visse 5 anni durante i quali ebbe rivelazioni mistiche, nel santuario riposano le sue spoglie mortali.

San Giovanni Paolo II fece visita 3 volte al Santuario e fu lui a consacrarlo nel 2002.

Nel santuario si può ammirare il quadro che rappresenta Gesù Misericordioso ad opera di Suor Faustina.

Nel vestibolo della basilica di trova la prima pietra angolare del Golgota, consacrata da Giovanni Paolo II la cui statua si erge su una torre panoramica da cui si gode una vista magnifica della città di Cracovia.

celebrazione madonna della medaglia miracolosa

Le Celebrazioni in Polonia

I momenti di preghiera per celebrare San Giovanni Paolo II

I momenti di preghiera che celebrano la figura di San Giovanni Paolo II girano intorno alle date importanti della sua vita. Vengono quindi celebrate delle messe speciali nel giorno dell’anniversario della sua nascita il 18 maggio ed in quello della morte, il 2 aprile.

Vengono anche celebrate in suo ricordo le giornate in cui cade l’anniversario dell’inizio del suo pontificato, il 22 ottobre e quella della sua canonizzazione il 27 aprile.

Come arrivare in Polonia

Lasciati accogliere dai luoghi di Cristo

Un viaggio in Terra Santa, verso i luoghi di Gesù Cristo, significa voler fare un passo verso di lui, aprendo il cuore per accoglierlo. Gesù, se lo vogliamo, non smetterà mai di guidare ognuno di noi verso la conversione, se ci dimostriamo fedeli e vogliamo davvero il pentimento e la riparazione dai peccati. 

Il pellegrinaggio in Terra Santa è un lungo cammino di cambiamento: tornare ad essere puri di cuore, essendo guidati dalla fede e scoprendo la bellezza di questi luoghi emozionanti e veri, imparando ad apprezzare tutto ciò che ci circonda.

Organizza con noi il tuo tour in Terra Santa. Sarai guidato sempre in sicurezza, con professionalità e discrezione verso questo meraviglioso luogo, dove tutto ebbe inizio.

Voli per Terra Santa

Scegliere il pellegrinaggio in Terra Santa in aereo è la soluzione più facile e confortevole, oltre che la più apprezzata. Abbiamo in programma voli dalle maggiori città italiane. Voli per la Terra santa da Milano, Roma, Napoli, Bologna, Verona  e Torino. Voli di linea per Tel Aviv, che dista circa 50 km da Gerusalemme. Vi è la possibilità di uno scalo in aeroporto europeo, come Monaco o Vienna.

Le nostre guide saranno liete di accoglierti sin dall’aeroporto di partenza, conducendoti fino in Terra Santa,in luoghi di pace e spiritualità appartenuti a Cristo, ti  assisteranno nelle pratiche di imbarco, sia all’andata che al ritorno.

Le esperienze di chi è partito con noi

In questi anni molti ci hanno scritto. Ecco i più significativi commenti.

dove alloggiare in polonia

Dove alloggiare in Polonia

scegli il tipo di alloggio che preferisci

Durante il tuo pellegrinaggio in Polonia potrai alloggiare in hotel 4 stelle tutti molto vicini al  Santuario della Divina Misericordia e da tutte le celebrazioni religiose a Cracovia.

Organizza con noi il tuo viaggio di preghiera e conversione presso i luoghi santi in Polonia insieme alle migliaia di pellegrini che ogni anno si recano a pregare la Madonna Nera con il bambino.

Quando andare in Polonia

Il Meteo in Polonia

La Polonia è meta di moltissimi pellegrinaggi tutto l’anno, fin dalla Giornata mondiale della gioventù organizzata a Czestochowa nel 1991.

In Polonia, specie a Cracovia, è parzialmente nuvoloso tutto l’anno, le temperature in estate sono gradevoli mentre gli inverni sono abbastanza freddi. Le temperature vanno generalmente dai -5 °C ai 25 °C e raramente si abbassano oltre i -15 °C o superano i 31 °C.

Natale in Polonia

In Polonia a Natale, tra le celebrazioni religiose, le roraty sono messe che vengono celebrate durante l’avvento fin dal XIII secolo: quando ancora è buio, prima dell’alba, vengono accese a poco a poco torce e candele fino a che, alla fine della messa, la chiesa sia tutta illuminata da candele e luce solare, a sottolineare la presenza dei fedeli pronti all’arrivo del Messia.

In Polonia a Natale si ricordano i defunti e si prega per la comunione fraterna tra gli uomini, come lo stesso papa Giovanni Paolo II disse nel suo discorso natalizio del 24 dicembre 1984 ai pellegrini in Polonia.

“Nel silenzio della notte una voce si diffonde, alzatevi! . . . Dio nasce per voi”

Prima della cena della Vigilia (Wigilia), si osserva un digiuno di 24 ore che termina quando compare in cielo la prima stella della sera, ricollegandosi alla stella di Betlemme che guidò i tre Re Magi alla capanna della Nascita di Gesù Cristo e la cena inizia leggendo una parte del Vangelo di San Matteo o San Luca sulla nascita di Gesù.

Le celebrazioni cattoliche sono molto sentite e accompagnate dall’allestimento dei presepi o szopk, una tradizione già dal XVIII secolo a Cracovia.

Pasqua in Polonia

La Pasqua è molto sentita in Polonia, conservando le tradizioni tipiche e folkloristiche della nazione. Per la Domenica delle Palme (Niedziela Palmowa) la lavorazione delle palme è molto elaborata, con tanto di concorso e premi in denaro.

Il Venerdì Santo si commemora la Via Crucis attraverso le 28 stazioni della Passione di Cristo e le chiese sono tutte aperte fino alla fine della messa di Pasqua.

La mattina del Sabato Santo viene preparata da tutte le famiglie la swieconka, ovvero un cestino con dentro vivande che vengono benedette dal prete insieme agli agnelli di zucchero. Il giorno di Pasqua c’è la Messa della Resurrezione alle 6 del mattino in cui accogliere Cristo risorto che è tornato per noi.

“Non lasciarti vincere dal male, ma vinci con il bene il male!”

Estate in Polonia

In Polonia le temperature sono abbastanza calde ma mitigate dai boschi che ne ricoprono circa il 30% del territorio.

Specialmente nella stagione estiva moltissimi pellegrini si recano a piedi verso il Santuario della Madonna Nera per pregare e chiedere la grazia alla Madonna.

Specialmente i giovani si recano a riscoprire la figura di san Giovanni Paolo II, simbolo di forza e spiritualità che ha lasciato un’impronta indelebile nella Chiesa Cattolica in tutto il mondo.

Curiosità

Risparmia il 5% in più sul tuo viaggio

Compila il modulo approfitta di €100 di sconto sui nostri pellegrinaggi e ricevi un ulteriore COUPON DEL 5%