San Giovanni Rotondo

Il tuo viaggio a San Giovanni Rotondo, organizzato con noi, sarà un’esperienza di preghiera e spiritualità.

Indice dei Contenuti

San Giovanni Rotondo

i luoghi e la storia dell'uomo diventato santo

“Amate la Madonna e fatela amare. Recitate sempre il Rosario”. Queste parole rappresentano il testamento spirituale di Padre Pio da Pietrelcina, frate francescano cappuccino del convento di S. Maria delle Grazie a San Giovanni Rotondo, deceduto il 23 settembre del 1968. A porgergli omaggio ai funerali furono oltre centomila persone, con loro

proseguiva una venerazione iniziata molto tempo prima, quando il frate, nonostante venisse messo alla prova nello spirito e nel corpo, le sue stimmate furono sanguinanti per cinquant’anni, si dedicava con amore e instancabile devozione al suo ruolo di confessore e taumaturgo. Sono state l’immensa fede e la forza, prima che le straordinarie opere di Padre Pio,  a renderlo così popolare ed amato, facendo arrivare milioni di persone in pellegrinaggio a San Giovanni Rotondo. La canonizzazione ufficiale di Padre Pio, da parte della Chiesa, avvenne nel 2002.

Le prossime date disponibili

  • Torino
  • Vercelli
  • Novara
  • Varese
  • Milano
  • Pavia
  • Como
  • Monza
  • Bergamo
  • Brescia
  • Verona
  • Vicenza
  • Padova
  • Ferrara
  • Bologna
  • Lodi
  • Piacenza
  • Parma
  • Reggio Emilia
  • Modena
  • Forlì Cesena
  • Rimini
  • Pesaro Urbino
  • Ancona
  • Macerata
  • Ascoli Piceno
  • Teramo

Per conoscere tutte le partenze per Padre Pio Clicca qua

Padre Pio: i fatti

il frate di pietralcina

Francesco Forgione, questo il suo nome all’anagrafe, nasce a Pietrelcina, provincia di Benevento, il 25 maggio 1887. Le origini sono contadine, ma la famiglia è estremamente credente in Dio e nella Madonna. Francesco cresce così, lasciando intravedere, quasi subito, delle doti soprannaturali: era frequente, per lui, vedere angeli e demoni, che gli apparivano. Nel gennaio 1903 entra in convento all’età di sedici anni per poi diventare sacerdote nel 1910, prendendo il nome di fra’ Pio.

I primi anni di Padre Pio in convento sono caratterizzati da una salute molto cagionevole, che lo costringe, spesso, a tornare nella casa natale in cerca di cure in un clima più mite. Gli viene diagnosticata una malattia ai polmoni, con cui convive per tutta la sua vita.

Padre Pio a San Giovanni Rotondo

Nel 1916, Padre Pio viene trasferito nel convento di S. Maria delle Grazie a San Giovanni Rotondo, in Puglia nel foggiano. Nel convento pugliese Padre Pio sembra rimettersi in forze e si dedica al suo ministero di confessore con grande vigore. A San Giovanni Rotondo, Padre Pio accoglie centinaia di persone, lavando i loro peccati e riconducendoli a Dio con la forza della preghiera. Chiunque si rivolgesse a lui per un consiglio, una confessione, una richiesta di guarigione del corpo o dell’anima, trovava un uomo che soffriva, ma che sapeva alleviare, come nessun’altro, i mali di corpo e spirito dei fedeli.

Le stimmate e il pellegrinaggio a San Giovanni Rotondo

«In mezzo al palmo delle mani è apparso un po’ di rosso, grande quanto la forma di un centesimo, accompagnato da un forte e acuto dolore. Questo dolore è più sensibile alla mano sinistra. Anche sotto i piedi avverto un po’ di dolore.»
Con queste parole, Padre Pio comunica, in una lettera al suo direttore spirituale, la comparsa delle stimmate della Passione di Cristo. Siamo solo nel 1910, ma la voce della comparsa delle stimmate fece, in poco tempo, il giro del mondo. Il pellegrinaggio a San Giovanni Rotondo da parte di persone che speravano nella conversione e nella guarigione, divenne ben presto realtà.

La grande misericordia di Padre Pio e la sua capacità di leggere coscienze e cuori, gli permetteva di suggerire il meglio per coloro che si recavano in pellegrinaggio a San Giovanni Rotondo. File chilometriche di penitenti affollavano San Giovanni Rotondo: si arrivava la sera precedente e si attendeva tutta la notte pur di partecipare alla Messa mattutina celebrata da Padre Pio.
La popolarità di Padre Pio e di San Giovanni Rotondo cresceva di giorno in giorno, tanto che la località doveva attrezzarsi per l’accoglienza di un numero di visitatori in grande aumento.

La condanna della Chiesa a Padre Pio

La situazione divenne insostenibile ed, a tratti, imbarazzante per la Chiesa cattolica.
Nel 1920, la Santa Sede, non avendo certezze circa la veridicità delle stimmate e delle guarigioni miracolose, avviò delle indagini. Si temeva una strumentalizzazione per fattori economici, sfruttando il nome della Chiesa agli occhi dei fedeli di tutto il mondo. Padre Pio venne sottoposto, da parte di medici e uomini di Chiesa, a diversi esami clinici circa le stimmate.

Le conclusioni, a cui si giungeva, spiegavano solo in parte la natura patologica del fenomeno, non escludendo però, la componente sovrannaturale del caso specifico. A seguito di un parere negativo e oltraggioso nei confronti di Padre Pio, da parte di padre Agostino Gemelli, frate francescano, nonché psicologo e medico, al quale Padre Pio negò la visita, il 31 maggio 1923, si arrivò al decreto vero e proprio. Il Sant’Uffizio della Chiesa Cattolica, presso cui padre Gemelli godeva di grande credito, dichiarava di non constatare fatti miracolosi e soprannaturali legati alla vita di Padre Pio, esortando così i fedeli a non credere al frate e dissuadendoli dal fare pellegrinaggio a San Giovanni Rotondo.

A Padre Pio venne vietata sia la celebrazione della messa in pubblico e sia l’esercizio della confessione.

il Sant’Uffizio, a causa di questa decisione, si scontrò subito, a San Giovanni Rotondo, con il forte slancio devozionale di molti fedeli e superiori del frate. Poco dopo, però, alcuni scandali legati alla corruzione, che coinvolsero alti prelati detrattori del frate di San Giovanni Rotondo, contribuirono a riabilitarne la reputazione agli occhi della Chiesa.

I fedeli continuavano, comunque, a riconoscere in Padre Pio gli stessi patimenti e le stesse sofferenze di Cristo Crocifisso, oltre al merito di alcune conversioni e guarigioni straordinarie.

Nel luglio del 1933 Papa Pio XI revocò la sentenza di condanna nei confronti di Padre Pio, che torno a dire Messa e a celebrare la confessione.

A San Giovanni Rotondo continuò, così, ad accorrere sempre più gente comune ed anche molti Reali europei, recandosi nel convento foggiano, riconoscevano nel frate un Santo in vita.

La canonizzazione e il miracolo di Padre Pio

Il 9 gennaio 1940 iniziò la costruzione del grande ospedale Casa Sollievo della Sofferenza, struttura sanitaria creata e inaugurata da Padre Pio nel 1956.
Il numero di pellegrini aumenta nel corso degli anni, tanto che nel 1950 venne organizzato un sistema di prenotazioni per le confessioni presso il frate di Pietrelcina. All’età di 81 anni, il 23 settembre 1968, Padre Pio morì.

Il processo di beatificazione iniziò nel 1969 tra molti ostacoli. Padre Pio aveva sempre avuto molti nemici negli ambienti ecclesiastici e questi fecero di tutto per rallentarne la beatificazione. Dopo circa dieci anni di raccolta di documenti e testimonianze, nel 1979, la documentazione arrivo al vaglio del Papa Giovanni Paolo II e dei suoi esperti.
Padre Pio divenne venerabile nel 1990, dichiarato Beato nel 1999 e proclamato Santo il 16 giugno 2002, col nome di San Pio da Pietrelcina. La sua festa liturgica è il 23 settembre, data della morte.

Uno degli avvenimenti, decisivi per la sua santificazione, e più straordinari riguardanti Padre Pio, fu la prodigiosa guarigione del piccolo Matteo Pio Colella, classificata come miracolo nel 2001.

Un bambino di sette anni, nato a San Giovanni Rotondo, da una famiglia molto devota a Padre Pio. Il bambino, nel 2000, venne colto da una meningite fulminante diagnosticatagli proprio all’ospedale  “Casa Sollievo della Sofferenza”, dove il padre lavorava come urologo. In poche ore peggiorò: nove organi erano molto danneggiati e la situazione era disperata. Si avviò, così, una catena di preghiera per il piccolo, la madre raccontò di aver visto Padre Pio, anche Matteo, una volta uscito dal coma farmacologico, raccontò di averlo visto in sogno. In poche settimane Matteo migliorò, recuperando uno stato psicofisico normale. “La guarigione, rapida, completa e duratura, senza postumi, era scientificamente inspiegabile”  decretò la commissione che esaminò il caso classificandolo come miracolo.

san giovanni rotondo

Dove si trova San Giovanni Rotondo

un piccolo comune nel parco nazionale del gargano

San Giovanni Rotondo si trova in provincia di Foggia, in Puglia e fa parte del parco nazionale del Gargano. È un piccolo comune di circa trentamila abitanti, ed è lì che nel 1916 Padre Pio viene trasferito, nel convento di Santa Maria delle Grazie, a svolgere la sua funzione di confessore.

La devozione verso Padre Pio non si è mai spenta. La beatificazione, la canonizzazione, la costruzione della Chiesa, l’esposizione del suo corpo, lo hanno portato a donarsi per sempre ai suoi fedeli.

Andando in pellegrinaggio a San Giovanni Rotondo troverai un luogo colmo di storia e fede. Un luogo dove Padre Pio, tramite il pentimento, la preghiera e la purificazione, di corpo e spirito, ti ha aperto la porta per raggiungere Cristo e la Madonna.

Cosa vedere a San Giovanni Rotondo

Luoghi che ti avvicinano alla grazia e alla conversione, alla preghiera e alla guarigione

La santità contagiosa di Padre Pio continua ancora oggi ad attirare migliaia di pellegrini, che ogni anno vogliono fare un viaggio a San Giovanni Rotondo per pregare il Santo Pio da Pietrelcina, il santo confessore e direttore spirituale di anime. Il santo che visse nel Convento dei Cappuccini, che invitò a costruire il La Chiesa di S.Maria delle Grazie e che volle lasciare, in quel paesino del foggiano, un segno concreto della sua misericordia, l’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza.

Santuario Santa Maria delle Grazie a San Giovanni Rotondo
statua lignea della Madonna delle Grazie

Santuario Santa Maria delle Grazie a San Giovanni Rotondo

Il Santuario Conventuale Santa Maria delle Grazie è composto dal convento, dalla piccola chiesa antica e dalla chiesa nuova, costruita su richiesta di Padre Pio, nel 1956, per ospitare i numerosissimi pellegrini che giungevano per lui.

Il Convento dei Cappuccini a San Giovanni Rotondo esiste dal 1676. Numerosi  cambiamenti nel corso dei secoli lo hanno reso quello che è oggi. Nel 1916 Padre Pio arrivò in questo convento, che divenne la sua casa fino alla morte. Nel pellegrinaggio a San Giovanni Rotondo è possibile visitare la cella in cui il santo viveva e pregava. La Chiesa antica del convento ospita anche il coro, luogo dove Padre Pio ricevette il segno della Passione di Cristo, le stimmate.

Inoltre, in questo luogo il Santo iniziò la sua attività di confessore di anime.

La Chiesa Grande fu costruita dal 1956 al 1959. È una chiesa a tre navate, con un mosaico sull’altare principale che ritrae la Madonna delle Grazie con il Bambino e l’ascensione di San Pio. Le navate laterali ospitano la famosa statua lignea della Madonna delle Grazie e da due recenti mosaici raffiguranti san Giovanni Paolo II e la Beata Madre Teresa di Calcutta, con relative reliquie.

Fino a prima della costruzione del Santuario a lui dedicato, questo complesso ospitava le spoglie di Padre Pio, accessibili per l’adorazione dei fedeli pellegrini. 

salma padre pio

Santuario di San Pio da Pietrelcina a San Giovanni Rotondo

Adiacente al complesso religioso di Santa Maria delle Grazie sorge, dal 2004, il Santuario di San Pio, dedicato a Padre Pio, che oggi ne conserva le spoglie. Progettata da Renzo Piano, fu costruita tra il 1994 e il 2004 e consacrata il 1° luglio di quell’anno. Presenta una forma a spirale o conchiglia, uno stile contemporaneo, diversa dalle forme canoniche di chiesa dell’immaginario collettivo. Un percorso che accoglie i fedeli sin dal sagrato, facendosi guidare verso Cristo.

Sfruttando il monte di San Giovanni Rotondo su cui sorge, è stato possibile realizzare anche una chiesa inferiore, oltre la principale, raggiungibile da una particolare scala elicoidale. La chiesa inferiore ospita, dal 2010, la salma di Padre Pio, posta in una cripta visitabile. Inoltre vi sono zone per la preghiera e circa 30 confessionali.

Casa Sollievo della Sofferenza San Giovanni Rotondo

Ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di Padre Pio

“La pupilla dei miei occhi”. Con questa definizione Padre Pio si riferiva alla Casa Sollievo della Sofferenza a San Giovanni Rotondo, struttura sanitaria voluta fortissimamente da Padre Pio ed inaugurata nel 1956, che sorge a breve distanza dal convento. L’accoglienza e la misericordia verso poveri e malati è sempre stata una missione per il frate, che vedeva nella ricerca costante l’obiettivo dei medici della “casa”. Nel 1991 l’istituto viene qualificato, infatti, come IRCCS (Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico). Rappresenta oggi uno dei poli ospedalieri più importanti del Sud Italia.

Basilica della Santa Casa di Loreto

La Basilica della Santa Casa di Loreto nelle Marche

Possiamo cogliere l’occasione, andando verso la Puglia, in pellegrinaggio a San Giovanni Rotondo, per visitare uno dei siti mariani più famosi al mondo: la basilica della Santa Casa a Loreto, in provincia di Ancona. Una basilica, dedicata alla Madonna,che dal 1294 conserva la Santa Casa della Vergine Maria

La casa della Madonna a Nazareth era costituita di tre povere pareti in pietra addossate e poste come a chiusura di una grotta scavata nella roccia. La grotta è tuttora venerata a Nazaret, nella basilica dell’Annunciazione, mentre le tre pareti di pietra, dopo la cacciata dei cristiani dalla Palestina da parte dei Musulmani, sono state salvate dalla sicura rovina e trasportate prima in Croazia e poi dal 1294 a Loreto. La ricerca storica fornisce convincenti riscontri per affermare che la Santa Casa di Loreto, come tante altre preziose reliquie della Terra Santa, è stata trasportata per nave, al tempo delle crociate.

Tutto quanto c’è di bello e di artistico a Loreto si è sviluppato intorno a queste umili pareti di pietra ristrutturate a modo di casetta o piccola chiesa. Oltre alla sontuosa basilica, abbellita da grandi artisti, le stesse pareti della Santa Casa sono racchiuse da un artistico rivestimento marmoreo, uno dei più grandi capolavori dell’arte rinascimentale.

Santuario di San Michele Arcangelo a Monte Sant Angelo

Santuario di San Michele Arcangelo a Monte Sant’Angelo

Andando in pellegrinaggio a San Giovanni Rotondo, vi è la splendida occasione di visitare il paesino di Monte Sant’Angelo, ad una ventina di chilometri dal polo religioso dedicato a Padre Pio, dove sorge una splendida basilica, in stile longobardo, dedicata a San Michele Arcangelo. Un connubio straordinario tra arte e fede religiosa facente parte del patrimonio dell’Unesco.

La particolarità di questa basilica risiede nella grotta su cui è costruita, luogo caro all’arcangelo Michele, il quale apparve al vescovo del tempo (siamo tra il V e l’VIII secolo), richiedendo che, di quella grotta, se ne facesse luogo di culto. Intorno al 495 è fatta risalire una prima costruzione della basilica.

bianco viaggi pellegrinaggio san giovanni rotondo
san giovanni rotondo
san michele arcangelo
celebrazioni a san giovanni rotondo
padre pio

Le Celebrazioni a San Giovanni Rotondo

La preghiera ci avvicina a Cristo, ci rasserena, ci purifica

“Tu intanto non ti affiggere fino al punto di perdere la pace interna. Prega con perseveranza, con fiducia e con mente calma e serena”. Queste meravigliose parole di Padre Pio ci invitano alla ricerca costante della preghiera.

Facciamo una preghiera a Padre Pio affinché interceda per noi penitenti.
Le celebrazioni a San Giovanni Rotondo sono tante e tutte nel nome del santo frate che ha calcato quella terra aiutando migliaia di persone.

La Via Crucis a San Giovanni Rotondo

Padre Pio inaugurò l’inizio dei lavori di questa nuova Via Crucis, il giorno prima della sua morte. Collocata ai piedi del Monte Castellano, questa visitatissima ascesa, che simula il doloroso percorso del Cristo in 15 stazioni, è una delle celebrazioni più sentite a San Giovanni Rotondo. Molto più comoda della precedente lungo il viale che conduce al convento. Tutti i venerdì di Quaresima e quelli di settembre viene celebrata con moltissimi pellegrini al seguito.

La Venerazione della Croce a a San Giovanni Rotondo

Un momento di raccoglimento in preghiera nella Chiesa di Santa Maria delle Grazie a San Giovanni Rotondo. Al cospetto del Crocifisso, un momento di grande spiritualità e di purificazione. Viene celebrata ogni venerdì tranne in Quaresima e in settembre.

Il Rosario a San Giovanni Rotondo

“Il Rosario è la mia preghiera prediletta. Preghiera meravigliosa! Meravigliosa nella sua semplicità e nella sua profondità” La predilezione per il Rosario è sempre stata fortissima in Padre Pio. Il Rosario è sempre nelle sue mani.
Il Rosario a San Giovanni Rotondo viene celebrato ogni giorno alle 17 e ogni sera durante tutto l’anno.

La fiaccolata mariana a San Giovanni Rotondo

“Il Rosario è la mia preghiera prediletta. Preghiera meravigliosa! Meravigliosa nella sua semplicità e nella sua profondità” La predilezione per il Rosario è sempre stata fortissima in Padre Pio. Il Rosario è sempre nelle sue mani. Il Rosario a San Giovanni Rotondo viene celebrato ogni giorno alle 17 e ogni sera durante tutto l’anno.

L’Adorazione Eucaristica a San Giovanni Rotondo

Molto importante e sentita l’Adorazione Eucaristica da Padre Pio, la celebrazione eucaristica si tiene tutti i giorni nella chiesa antica del convento “Santa Maria delle Grazie” dalle 8.30 alle 17.
Tutti i giovedì alle 20.45 sempre nella chiesa antica, e ogni primo venerdì del mese alle 16.45.Nel mese di settembre l’adorazione si concluderà con una processione.
Un toccante momento di avvicinamento a Cristo uniti dal Santissimo Sacramento.

Come arrivare a San Giovanni Rotondo

viaggia con noi in un'atmosfera di pace e serenità

Durante il tuo viaggio a San Giovanni Rotondo da Padre Pio potrai sentire il questa santità toccandola con mano, pregando e chiedendo tutte le grazie che più ti stanno a cuore.

Il tuo pellegrinaggio a San Giovanni Rotondo dove Padre Pio ha vissuto, aiutato e guidato migliaia di fedeli durante il suo ministero. La sua presenza si sente fortissima, ancora oggi. Nel convento, nelle Chiese e tra i fedeli di tutto il mondo.

Organizza con noi il tuo pellegrinaggio da Padre Pio. Le nostre guide ti accompagneranno con discrezione e sensibilità verso questo luogo di preghiera e devozione.

Pullman per San Giovanni Rotondo

Pullman Golden Class per San Giovanni Rotondo e i luoghi di Padre Pio.
Soluzioni di viaggio ampie e confortevoli per un viaggio comodo e senza pensieri.
Accompagnatore e Guida Spirituale che ti seguiranno delicatamente in questa esperienza di forte spiritualità e raccoglimento.

Durante il pellegrinaggio da Padre Pio hai la possibilità di un’escursione a Monte Sant’Angelo al Santuario in grotta di San Michele Arcangelo e durante il viaggio verso San Giovanni Rotondo, di una visita alla Santa Casa delle Madonna di Loreto.

bianco viaggi pellegrinaggio da padre pio

Le esperienze di chi è partito con noi

In questi anni molti ci hanno scritto. Ecco i più significativi commenti.

hotel San Giovanni Rotondo
hotel San Giovanni Rotondo
hotel San Giovanni Rotondo

Dove alloggiare a San Giovanni Rotondo

Hotel a San Giovanni Rotondo

Nel tuo pellegrinaggio da Padre Pio avrai la possibilità di alloggiare in ottimi hotel a San Giovanni Rotondo, a breve distanza dal Convento dove ha vissuto il santo. A pochi passi da tutti i luoghi più importanti e dalle celebrazioni.

Organizza il tuo viaggio della fede insieme a noi. Unisciti alle migliaia di persone che si recano in preghiera da Padre Pio a San Giovanni Rotondo. Viviamo insieme la toccante esperienza di confidargli la nostra vita, rivolgiamo una preghiera sulle spoglie del Santo frate.

Quando andare a San Giovanni Rotondo

Organizziamo viaggi a san giovanni rotondo in tutti i periodi dell’anno

Durante tutto il suo ministero Padre Pio ha visto aumentare la moltitudine di persone che venivano da lui e per lui. La sua immensa misericordia e l’accogliente umiltà con cui riceveva pellegrini e malati, nel corpo e nello spirito, lo hanno fatto amare da milioni di fedeli.

Andare a San Giovanni Rotondo da Padre Pio significa avere fede e speranza.
Padre Pio ci accoglie, ci ascolta e prega per ognuno di noi.

Organizza il tuo pellegrinaggio da Padre Pio con noi.

Meteo a San Giovanni Rotondo

Il clima a San Giovanni Rotondo è moderato. Caratterizzato da inverni freddi e da estati abbastanza calde, ma ventilate considerando l’altimetria. Numerose sono le celebrazioni e gli eventi santi che si alternano nell’arco dell’anno.

Quaresima a San Giovanni Rotondo

La Via Crucis a San Giovanni Rotondo con le 15 stazioni che ripercorrono l’ascesa al Calvario di Cristo, si svolge tutti i venerdì di Quaresima fino a prima della Santa Pasqua, anch’essa ricca di celebrazioni nelle varie chiese.

Estate a San Giovanni Rotondo

Oltre agli eventi legati al complesso religioso del Santuario di “Santa Maria delle Grazie” e del “Santuario di San Pio” in giugno vi è la festa del patrono della cittadina: San Giovanni Battista. Dal 23 al 25 giugno a San Giovanni Rotondo la statua del santo patrono viene portata in processione.

Nel mese di luglio, il 28 precisamente, vi è una bellissima fiaccolata commemorativa per ricordare l’arrivo a San Giovanni Rotondo di Padre Pio, nel 1916. Un cammino di meditazione e preghiera seguendo il percorso che il santo fece oltre cento anni fa per raggiungere il convento.

Ad agosto, invece, la tradizionale festa religiosa di San Giovanni Rotondo: la vestizione delle Madonne, che ha luogo nelle vie del centro storico la sera del 15 agosto.

Settembre è uno dei mesi più ricchi di eventi a San Giovanni Rotondo.
Viene celebrata “Santa Maria delle Grazie” che ricorre nei giorni 8-9-10 settembre. Per questa occasione il mosaico, di pregiata fattura, della Madonna delle Grazie sito presso l’omonimo Convento dei frati Cappuccini, dove risiedeva Padre Pio, viene portato presso la Chiesa Matrice a San Giovanni Rotondo.

Autunno a San Giovanni Rotondo

Un’importantissima celebrazione avviene nella notte tra il 22 e il 23 settembre, in cui si commemora la morte di Padre Pio stigmatizzato, nonché la sua festa liturgica una volta proclamato Santo. Una veglia di preghiera che rappresenta l’evento religioso che vede confluire, presso il sagrato del Santuario di San Pio da Pietrelcina, migliaia di pellegrini.

Natale a San Giovanni Rotondo

Nel periodo natalizio, presso la Chiesa nuova “Santa Maria delle Grazie” a San Giovanni Rotondo, si svolgono diverse celebrazioni. La veglia di preghiera del 24 dicembre, in attesa del Santo Natale e della messa di mezzanotte. Le celebrazioni Eucaristiche del 25 e del 31 dicembre e dell’1 e del 6 gennaio.

Curiosità

Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per fini tecnici, statistici e di profilazione.

Cliccando su "Accetto", acconsenti all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie e su come gestirli, consulta la nostra Cookie Policy