Parrocchia Nostra Signora di Lourdes

Parrocchia Nostra Signora di Lourdes

Tabella dei Contenuti

La Parrocchia Nostra Signora di Lourdes è legata alla storia di Bernadette e del miracolo a Lourdes, una delle più belle e significative storie spirituali degli ultimi secoli. Una storia così grande e potente, capace di convertire centinaia di migliaia di persone. La Madonna è apparsa a Lourdes e lì ha tracciato una strada, quella dell’amore e della pace verso se stessi ed il prossimo.

La Grotta di Massabielle e la statua incastonata in quel luogo magnifico e santo, sono ancora oggi meta di pellegrinaggi incessanti. E’ sempre bello vedere la devozione e l’amore per la Signora che, nel febbraio del 1858, fece la sua apparizione alla giovanissima Bernadette.

L’acqua che scorre nelle fontane e nelle piscine di Lourdes è la stessa che la giovane bevve in segno di devozione e prostrazione dinanzi alla Vergine Maria. Oggi, è uno dei mezzi tramite il quale la Madonna ci parla, ci mette alla prova e ci guarisce dalle piaghe del corpo e dello spirito.

In questo articolo, parleremo della parrocchia Nostra Signora di Lourdes e di come molte altre siano nate anche fuori dalla Francia, con dedicazione alla Signora di Lourdes.

Dove si trova la Parrocchia Nostra Signora di Lourdes?

La Parrocchia Nostra Signora di Lourdes non è sempre stata sotto la giurisdizione della diocesi di Lourdes ma, per alcuni anni, è stata restituita al comune della cittadina francese. Nel 1941, il Santuario tornò sotto il controllo della diocesi in modo definitivo.

Tra le particolarità di questo importante complesso religioso, vi è il fatto che ci sono ben 3 chiese, all’interno del Santuario di Nostra Signora di Lourdes. Costruite via via nel tempo, le tre chiese sono oggi il fulcro del pellegrinaggio di milioni di fedeli.

La Cripta fu costruita poco dopo le apparizioni, nel 1866. Viene costruita di piccole dimensioni, dalla forma quadrata, in modo da costituire la base dalla Basilica dell’Immacolata Concezione. La Cripta può ospitare fino a 120 persone, ed è stata scavata per 25 metri nella roccia.

La Basilica dell’Immacolata Concezione, classificata come basilica minore, fu costruita e situata sopra la Basilica del Rosario. Dal grande impatto visivo, per l’accesso costituito dalle due grandi scalinate a due rampe. E’ costruita sulla roccia della Grotta delle Apparizioni, ed è stata consacrata il 2 luglio 1876.

La Basilica di Nostra Signora del Rosario, che si trova sotto la basilica dell’Immacolata Concezione, ha l’ingresso posto tra le due scalinate. Costruita tra il 1880 e il 1889, fu consacrata nel 1901. Può ospitare circa 1500 persone.

La Basilica è stata dichiarata patrimonio artistico dell’Unione Europea.

Tra il 15 e il 16 agosto 1983, Giovanni Paolo II si recò al santuario di Lourdes, fu la prima visita di un pontefice in quei luoghi santi.

Un pellegrinaggio a Lourdes è un meraviglioso modo per avvicinarsi alla Madonna e a Gesù in questi tempi bui, percorrendo i passi della fede di Bernadette.
Le preghiere alla Madonna, le processioni e le celebrazioni da vivere immersi nel meraviglioso e pacifico scenario di Lourdes e del fiume Gave de Pau.

 

Parrocchia-Nostra-Signora-di-Lourdes-statua

Parrocchia Nostra Signora di Lourdes in Italia

La devozione verso la Madonna di Lourdes è molto forte, soprattutto in Europa.

Anche in nel nostro paese si sono diffuse delle parrocchie intitolate a Nostra Signora di Lourdes.

Parrocchia Nostra Signora di Lourdes a Roma

Un’importante Parrocchia intitolata a Nostra Signora di Lourdes si trova a Roma, nel quartiere di Tor Marancia. Intitolata il 1° ottobre 1957, in prossimità del centenario delle apparizioni di Bernadette. Inoltre, la devozione del Papa Buono, Giovanni XXIII, per Lourdes, risultò essere decisiva.

L’attuale chiesa, finita il 6 maggio del 1960, su progetto dell’architetto Cancellotti, fu accolta con grande entusiasmo dai fedeli.  Il campanile, alto 47 metri, è il secondo più alto di Roma dopo quello della Basilica di Santa Maria Maggiore.

Parrocchia Nostra Signora di Lourdes a Napoli

Un’altra attiva e bellissima chiesa dedicata alla Madonna di Lourdes si trova a Napoli, in Calata Capodichino. Un altro grande esempio di devozione versa questa meravigliosa storia di fede ed amore spirituale: la Parrocchia Nostra Signora di Lourdes a Napoli.

Parrocchia Nostra Signora di Lourdes ad Asti

Simile nella storia, anche la Parrocchia Nostra Signora di Lourdes di Asti, fu intitolata nel 1958, in occasione del centenario delle apparizioni.

L’attuale chiesa fu inaugurata l’8 dicembre 1964. Era una chiesa grande, nuova che andava a sostituire delle strutture improvvisate che i parroci di allora adibivano per le messe e le celebrazioni. Nel 1967, furono regalati due dipinti molto belli ed importanti, dell’artista Dalle Ceste. Le due opere rappresentano la Madonna di Lourdes e Gesù che spezza il pane.

Altre chiese legate a Lourdes

In particolare, vogliamo ricordare le mete denominate Piccola Lourdes, sparse per la nostra penisola: Collevalenza, Castelpetroso e Cava de’ Tirreni. Queste località hanno grandi affinità con Lourdes e, per certi versi, hanno ereditato la devozione che i fedeli ripongono nella Madonna.

Collevalenza dista pochi chilometri da Todi, in Umbria. Qui sorge questa località soprannominata piccola Lourdes, per via delle piscine, dell’acqua e di un famoso miracolo, che non molto tempo fa ha permesso di vivere una vita normale ad un bambino.

Il Santuario è intitolato all’Amore Misericordioso e fu fortemente voluto da Madre Speranza, suora spagnola che, tra gli anni 50 e 60, operò in quelle zone. Il legame con Lourdes è da ricercare nell’acqua, trovata in un pozzo dopo vari tentativi, e nel suo potere salvifico che questa ha mostrato nei confronti di un bambino.

Madre Speranza è venerata come beata dalla Chiesa Cattolica per la sua intercessione e la sua grande perseveranza in questa piccola Lourdes.

Castelpetroso è un piccolo borgo in provincia di Isernia, nel Molise. Qui sorge un bellissimo santuario, intitolato a Maria Santissima Addolorata, santa patrona della regione.

Il termine piccola Lourdes, per Castelpetroso, ha origini lontane: nel marzo del 1888, due pastorelle, in cerca di una pecorella fuggita via, ebbero un’apparizione.

Una Signora, con il cuore trafitto di spine, apparve loro in più di un’occasione.

Come a Lourdes, poco dopo quei fatti, da una fenditura nella roccia, sgorgò dell’acqua, forse da una sorgente nascosta. Cominciò una piccola forma di pellegrinaggio. Nel corso del tempo, questo piccolo paesino ha visto aumentare le presenze dei turisti, tanto da farne una vera e propria meta religiosa.

Pochi anni dopo, un nobile del posto, venuto a sapere dell’accaduto portò il figlio adolescente malato lì. Pregò e fece bere l’acqua al ragazzo che guarì. Dopo circa, 80 anni di lavori, fu completato il Santuario finanziato dal nobile miracolato e dalle migliaia di pellegrini.

Cava de’ Tirreni è un’altra località conosciuta come piccola Lourdes. Qui, in provincia di Salerno, dalla vocazione di Don Salvatore Polverino nasce questo suggestivo luogo. Il parroco, di ritorno da un pellegrinaggio a Lourdes, sentì una chiamata interiore che lo invitava a ricreare un luogo simile alla famosa Grotta francese, affinché potessero goderne tutti i suoi parrocchiani.

Don Salvatore fece costruire una riproduzione perfetta della Grotta di Lourdes, aiutato nel reperire i fondi necessari, dal fratello anch’egli sacerdote.

Un’opera che, pur non essendo ispirata da apparizioni, spinge ad una forma di devozione molti fedeli. Un luogo per dedicarsi all’amore ed alla pace, in cui rinnovare la propria fede e trovare conforto nei momenti difficili.

E’ bellissimo poter pensare ad un luogo che si avvicini a Lourdes. Ancora più bello poter andare per la prima volta in pellegrinaggio a Lourdes o tornarci dopo tempo, per trovare quello che questo periodo della nostra vita ci ha tolto.  Chiedi informazioni qui.

Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per fini tecnici, statistici e di profilazione.

Cliccando su "Accetto", acconsenti all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie e su come gestirli, consulta la nostra Cookie Policy