Medjugorje

Medjugorje Sicilia Palermo

I luoghi L’attuale chiesa parrocchiale fu costruita dal 1934 al 19 gennaio 1969, giorno della sua consacrazione.La chiesa di San Giacomo è oggi il centro della spiritualità di Medjugorje e della parrocchia che accoglie ogni pellegrino. I luoghi L’altare esterno, sotto la grande pagoda bianca, costruito nel 1989, e l’area che lo circonda (con circa 5000 posti a sedere), sono utilizzati per i raduni estivi e per le grandi feste che richiamano a Medjugorje decine di migliaia  di pellegrini.

Vuoi andare a Medjugorje? Vieni con noi, Scopri di più, Clicca qui

I luoghi cosa visitare a Medjugorje?

Il Podbrdo, chiamato oggi Collina delle Apparizioni, è il luogo delle prime apparizioni della Regina della Pace. Dal villaggio di Bijakovici, un sentiero ripido di circa mezz’ora di cammino raggiunge il luogo delle prime apparizioni. Bassorilievi in bronzo del Prof. Carmelo Puzzolo, che rappresentano i misteri gioiosi e dolorosi del rosario, sono stati posti lungo la strada nel 1989. Durante la salita, sulla destra, si incontra una grande croce in legno, che segna il posto dove, il terzo giorno delle apparizioni, la Vergine ha invitato per la prima volta alla pace attraverso Marija Pavlovic.

I luoghi dove i veggenti hanno visto la Madonna la prima volta è contrassegnato da una grande statua bianca della Regina della Pace, scolpita secondo il modello di quella che si trova sul sagrato della chiesa (opera di Dino Felici). E’ stata collocata in occasione del 20° anniversario. Nel giugno 2002, sono stati posti i bassorilievi in bronzo che rappresentano i misteri gloriosi), lungo un tracciato che scende verso la Croce Blu.

Per i pellegrini, la salita sulla Collina delle Apparizioni è un incontro con la Vergine attraverso la preghiera personale e la preghiera del rosario.

I luoghi La Croce blu si trova ai piedi della Collina delle Apparizioni realizzata nel 1985. È qui che, dal 4 luglio 1982, si incontra regolarmente il gruppo di preghiera del veggente Ivan Dragicevic e sempre qui la Madonna è apparsa più volte. Ultimamente anche Mirijana ha le apparizioni del 2 del mese proprio lì. La Croce blu è facilmente raggiungibile dalla strada che attraversa Bijakovici e pertanto è consigliata a coloro che hanno difficoltà motorie e non possono salire sul Podbordo.

La Madonna pensa e raggiunge tutti i suoi figli

Vuoi andare a Medjugorje? Vieni con noi, Scopri di più, Clicca qui

I luoghi il Krizevac

Il Krizevac, o Monte della Croce, è il monte più alto di Medjugorje (520 m sul livello del mare) sul quale, il 15 marzo 1934, a ricordo dei 1900 anni della morte di Gesù, i parrocchiani hanno costruito una croce di cemento armato alta 8.5 m. Vi hanno inciso le parole: “A Gesù, Redentore dell’umanità, in segno della nostra fede, del nostro amore e della nostra speranza, ed in memoria del 1900esimo anniversario della passione di Gesù”. All’incrocio delle braccia della croce sono state inserite delle reliquie della Croce di Gesù, ricevute per quest’occasione da Roma. Da allora, si celebra ogni anno ai piedi di questa croce la Messa solenne nel giorno dell’Esaltazione della Croce, la prima domenica dopo la festa della Natività della Vergine Maria. Un’altra S. Messa viene celebrata alle prime luci dell’alba, nella Festa della Trasfigurazione il 6 agosto, a chiusura dell’annuale Festival dei Giovani. Secondo la testimonianza dei veggenti, nel messaggio del 30 agosto 1984, la Vergine ha detto: “Anche la Croce faceva parte del disegno di Dio quando voi l’avete costruita.” È soltanto con le apparizioni della Gospa che si è iniziato a pregare la Via Crucis sul Krizevac. All’inizio, le stazioni sono state segnate da semplice croci in legno. Dal 1988, vi sono alcuni rilievi in bronzo ad opera del Prof. Carmelo Puzzolo, che rappresentano la Via Crucis. La Vergine Maria si trova su ciascuno di essi, eccetto al giardino del Getzemani. Per i pellegrini, il Krizevac è un invito ad incontrare Gesù nella sua Passione e a scoprire il suo amore. Su questo Monte, il 24 novembre del 2000, al termine della contemplazione della Via Crucis, padre Slavko Barbaric ha consegnato la sua anima a Dio e ha raggiunto il paradiso. Un bassorilievo di padre Slavko, in bronzo, incastonato nella pietra, tra due stazioni della Via Crucis, resterà come segno indelebile dell’uomo che con coraggio, ha accompagnato con pazienza e lungimiranza milioni di pellegrini. Uomo integro, diceva ciò che pensava e che faceva ciò che diceva, al seguito del Vangelo e dei messaggi della Regina della Pace.

I luoghi della Parrocchia di Medjugorje

La statua della Regina della Pace, in marmo bianco ad opera di Dino Felici, italiano, è diventata uno dei simboli del santuario, è stata collocata nel 1987 sul sagrato della chiesa. Attorno alla statua molti pellegrini si inginocchiano e pregano incessantemente il Rosario. E’ un luogo di particolari grazie.

confessionali: grazie alle apparizioni della Vergine, Medjugorje è diventato un luogo di riconciliazione, che i pellegrini possono sperimentare in particolare nel sacramento della confessione. È il motivo per cui, vicino alla chiesa, si trovano 25 confessionali (costruiti nel 1990 e restaurati nel 2001) dove i fedeli, ogni giorno, hanno l’occasione d’incontrarsi con il perdono di Dio. La statua di S. Leopoldo Mandic, opera di Carmelo Puzzolo, italiano, santo protettore dei confessori, canonizzato il 16 ottobre 1983, è stata posta nel 1998 vicino ai confessionali esterni.

Gli spazi di preghiera attorno alla statua del Risorto, statua in bronzo opera dello scultore sloveno Andrej Ajdic, posta nella Pasqua del 1998 a sud ovest della Chiesa, di fianco al sentiero che è chiamato Via Lucis, che ripercorre le apparizioni di Gesù Risorto prima della sua Ascensione al cielo. Particolare il fenomeno di trasudazione di liquido dal ginocchio destro.

 Appuntamenti importanti

  • Quotidianamente i pellegrini si radunano a Medjugorje, a seconda della loro lingua, per la celebrazione dell’Eucarestia: ad esempio il gruppo di lingua italiana 11,00 i giorni feriali 10,00 la domenica. L’adunata collettiva serale dei pellegrini ha inizio d’inverno alle ore 17,00 (in estate alle ore 18,00) recitando i misteri gaudiosi e dolorosi del Rosario in preparazione alla celebrazione eucaristica che ha inizio alle ore 18,00 (19,00) e proseguendo poi con i sette pater ave e gloria ed i misteri gloriosi del Rosario fino alle ore 20,00 (21,00).

  • Per quanto riguarda gli incontri settimanali possiamo citare: la preghiera del Rosario sulla collina delle apparizioni la domenica alle 14,00 (alle 16,00 in estate); la via crucis a Krizevac il venerdì alle 14,00 (16,00); l’adorazione di Gesù nel Santissimo Sacramento dell’Altare il mercoledì ed il sabato alle 21,00 (22,00); l’adorazione di ringraziamento dell’Eucarestia il giovedì dopo la Santa Messa serale; l’adorazione di ringraziamento della croce il venerdì dopo la Santa Messa serale.

Vuoi andare a Medjugorje? Vieni con noi, Scopri di più, Clicca qui