fbpx

Collevalenza

Collevalenza Santuario

Collevalenza Santuario sulle colline di Todi

Su una collina che digrada dolcemente verso valle, a circa 6 Km da Todi, sorge il Santuario di Collevalenza, dedicato all’Amore Misericordioso di Gesù. Fu qui che il 18 di agosto del 1951, per disposizione della Divina Provvidenza, venne a stabilirsi Madre Speranza Alhama di Gesù con le sue Suore e con i Figli dell’Amore Misericordioso.

Vieni a Collevalenza con noi, Prossime Partenze, Scopri di più, Clicca qui

La storia del Collevalenza Santuario

Disegnato dall’Architetto madrileno Giulio Lafuente nel 1965, il Santuario dell’Amore Misericordioso è uno dei più arditi esempi di architettura moderna. Preceduta da una lunga scalinata, la facciata del Santuario è caratterizzata da un portico costituito da una mastodontica pensilina sovrastata da un’ampia vetrata e un’alta torre campanaria con la parte terminale cruciforme. La vista dell’imponente facciata offre volutamente al visitatore un effetto severo e schiacciante, allusivo al peso che il pellegrino si porta dentro e che lì è invitato a deporre.

L’interno della chiesa è a navata unica con sei cappelle per lato, costituite da cilindri per metà inseriti all’interno della navata stessa. Il paramento murario è con mattoncini a vista. La navata presenta una copertura con soffitto piano in cemento con un tiburio conico in corrispondenza del presbiterio. L’area presbiterale, rialzata di alcuni gradini rispetto al resto della chiesa, è interamente in marmo bianco ed ospita al centro l’altare maggiore con dietro la sede, a sinistra l’ambone e a destra, su una colonnina, il tabernacolo. A ridosso della parete fondale della basilica, sulla destra, si trova l’organo a canne Tamburini opus 531, costruito nel 1966.

I luoghi del Collevalenza Santuario

Il visitatore che cercasse un luogo per immergersi in più raccolta preghiera potrà scendere nella Cripta, la cui struttura ricalca quella della chiesa superiore.  Dedicata a Maria Mediatrice, la cripta ospita la tomba di Madre Speranza, morta a Collevalenza l’8 febbraio 1983. Oltre al Santuario vi si trovano la Casa del Pellegrino, la Casa della Giovane, il Pozzo e la Fontana alimentata da quel Pozzo. L’elemento ricorrente nel Santuario di Collevalenza è l’acqua. Sono presenti, infatti, delle piscine in cui l’ammalato, bisognoso di cure, si immerge. Il Santuario dell’Amore Misericordioso è stato insignito del titolo di Basilica da Papa Giovanni Paolo II il 18 agosto del 1982.

Vieni a Collevalenza con noi, Prossime Partenze, Scopri di più, Clicca qui